Aldo Grasso contro il Grande Fratello Vip: “trasmissione di una tristezza infinita”

Grande Fratello Vip

Il Grande Fratello Vip divide il pubblico, o si ama o si odia. Ecco le parole di Aldo Grasso sul Corriere della sera: “A ben pensarci, il Grande Fratello Vip è una trasmissione di una tristezza infinita. Per quanto si danni la presentatrice Ilary Blasy (Ilary come ilarità), per quanto i concorrenti fingano di divertirsi, le motivazioni di fondo che reggono questo reality (il principio è quello dell’Isola dei famosi) sono mestizia pura: il protagonismo, l’inesistenza di molti protagonisti (definirli vip è un ossimoro). Lasciamo perdere la prima puntata di presentazione (in gergo kick-off), ma pensiamo per un attimo alle motivazioni che spingono dei personaggi non più al centro dell’attenzione (alcuni non lo sono mai stati, in verità) a ritentare la carta della notorietà, a non voler abbandonare la scena, già esausta e infiacchita di per se stessa. La sopravvivenza nasconde un principio di morte. Sembra così lontano il tempo in cui si poteva essere meravigliosamente superficiali, incuranti di durare nell’effimero. Una volta messo in moto il processo di degradazione, nessuno riuscirà più a fermarlo (ma solo a filmarlo), e tutti contribuiranno a ingigantirlo, affinché lo sbruffone che è in noi abbandoni ogni clandestinità. La trasmissione si chiude a ore assurde”.

Commenti

Commenti