Gigi d’Alessio critica la giuria di Sanremo, Carlo Conti risponde: “Ho cercato di”

Gigi D’Alessio

Gigi D’Alessio

Nei giorni scorsi Gigi d’Alessio ha criticato la giuria di Sanremo, Carlo Conti non ha mancato di rispondere: “Una delle cose più complicate a Sanremo è la composizione della giuria di esperti perché anche i direttori d’orchestra hanno legami con alcuni artisti e ci sono delle radio che hanno dei vincoli discografici e di etichette. Io ho cercato di mettere equilibrio e un tocco di modernità. Greta Menchi ha portato un’altra visione, ma quando metti in giuria Rita Pavone, Moroder, Andrea Morricone, Paolo Genovese credo che si vada a controbilanciare. Sarebbe stato grave se per tutelare alcuni miei amici avessi fatto una giuria completamente sbilanciata dall’altra parte”.
Ecco cosa aveva dichiarato il cantante napoletano: “La mia eliminazione non mi ha sorpreso. Quando ho sentito i nomi dei componenti della giuria di qualità ho detto ad Anna (Tatangelo, Ndr): ‘prepara i bagagli’. La giuria di qualità è troppo spostata verso un certo tipo di musica. Ci è voluta una giuria intera per farmi fuori. Da pubblico e critica ho avuto riscontri a mio favore. La cosa ingiusta è questa. Sanremo è questo: a Sanremo ci vuole il sangue, quest’anno hanno esagerato, hanno fatto una emorragia. Quando mi metti in giuria il re della dance (Moroder, Ndr), Linus di Radio Deejay che non ha mai suonato una mia canzone… È come dire ai tifosi del Napoli ‘date un voto alla Juve’. Se metti Radio Deejay, devi mettere anche Rtl o Radio Italia! Par condicio!”.

Commenti

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: