Giuliano Palma racconta PES ed è uno smanettone!

giuliano palma

giuliano palma

Giuliano Palma ha raccontato, al programma Gamerland, il suo rapporto con la PES e ha dichiarato: “Dietro PES c’è una storia. Ogni sera durante i tour post concerto, invece di conoscere le bellezze del luogo, ritiro spirituale in camera, quasi sempre la mia, due Multitap… Io portavo una sacca con 12 joypad, playstation portatile e consolle e quindi si giocava. E ovviamente il gioco che puoi fare in più persone e che di solito piace è a tutti è il calcio, quindi Pes era il più gettonato”. Curiosità: “Litigavamo quando mi rompevano il joypad che compravo sempre io. Cazzo, una volta compralo. Litigi anche per altre cose. Hai tirato da centrocampo? No, non è vero”. E ancora: “Con i Chemical Brothers che registravano il loro disco uno dei loro collaboratori musicisti ci fece conoscere Wipe out. Io subito tornai a Milano e comprai la Playstation. E lì è stato l’inizio della fine. Per me i videogiochi sono una forma di intrattenimento ludico. Specialmente è una forma di defatigamento post-concerto. Una volta si giocava a calcio dopo i concerti, ora il virtuale funziona alla grande”.

Diritti immagini

Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: