Malgioglio: “Nessuno può portare il mio ciuffo”

Cristiano Malgioglio

Cristiano Malgioglio

Cristiano Malgioglio parla del suo ciuffo e racconta quella volta in cui Mina… Ecco le sue parole: “Nessuno può portare il mio ciuffo, è un mio marchio. Quando sono stato a Cuba e sono arrivato con questo ciuffo biondo i ragazzi impazzivano e dopo sei mesi tutti lo avevano simile al mio: ma prendere il mio colore è impossibile, solo io conosco la formula magica del mio biondo. Dopo 30 anni di tinte altrimenti sarei pelato. Ma giuro è vero”.
E ancora: “Mi prese per i fondelli. All’inizio della mia carriere avevo i capelli tipo Maria Schneider, truccato tipo Isabella Biagini, ho sofferto molto per potermi realizzare. E le dissi “sicuramente farò qualcosa per te”. Devo ringraziare De Andrè che mi abbandonò a Milano. Le case discografiche mi ritenevano strano e mi chiudevano le porte in faccia. Ma per fare qualcosa nella vita devi dirti “io ce la faccio” ma non imito la D’Urso che dice “Se lo desideri accade”.

Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: