Osvaldo Supino e il nuovo singolo “Stop The Rain”

osvaldo supino

Esce oggi “Stop the Rain” il nuovo singolo che annuncia il ritorno sulle scene musicali di Osvaldo Supino. Il brano è stato scritto e co-prodotto dal cantante stesso insieme a Nalle Ahlstedt e Niclas Lundin. Una ballad autobiografica caratterizzata da atmosfere suggestive, risultato di una crescita artistica evidente e coerente avvenuta anche grazie alla stretta collaborazione in questi anni dell’artista con importanti produttori internazionali. “Stop The Rain” arriva dopo il successo del concerto di New York dove Osvaldo è stato scelto come testimonial per rappresentare l’Italia al festival mondiale contro il bullismo, il tour europeo appena concluso, e accompagna l’uscita del nuovo album “Behind The Curtain” in uscita il prossimo 26 novembre. GUARDA IL VIDEO
Un progetto nato durante un periodo di pausa auto-imposta del cantante per dedicarsi alla sua vita privata: “Ho sentito la necessità di fermarmi, di stare con la mia famiglia, riprendere fiato, mettere insieme i pensieri, sentirmi FIGLIO. Queste canzoni sono lo specchio esatto di chi sono adesso e di ciò che ho imparato dagli altri”.
Un album ricco di collaborazioni, che segna sicuramente un punto importante nella carriera di Osvaldo Supino che partito solo 7 anni fa con un progetto discografico indipendente, oltre a rimanere uno dei più cliccati è discussi in rete, è diventato senza dubbio uno degli artisti italiani che più si differenzia dal panorama musicale tipico italiano.
Di Stop The Rain Osvaldo racconta: “Crescere è imparare a dire “ho bisogno di te”, è non vergognarsi di sentire la necessità di qualcuno che ci protegga, qualcuno a cui fare riferimento nei nostri momenti più difficili. Nelle bellissime cose che ho vissuto in questi anni, spesso mi sono sentito molto solo. Una sensazione troppo strana, in realtà in quei momenti ero circondato da moltissime persone.. ma che non erano quelle di cui io avevo realmente bisogno. È un testo in cui chiunque può identificarsi per le più diverse motivazioni ma soprattutto è un invito a svincolarsi dalla mania di perfezione e apparenza che il nostro tempo quasi ci impone. Spesso è proprio in quelle che consideriamo le nostre debolezze, la nostra vera forza, il segno di una particolarità.”

.......................

Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *