Raphael Nkereuwem: Mozart era Commerciale!

RAPHAEL

RAPHAEL

Raphael Nkereuwem ha dichiarato che chi trova un’etichetta non si allontana per forza dalla musica! Ecco le sue parole: “Subito voglio sfatare il mito che chi trova un’etichetta perde il contatto originale con la musica e i suoi messaggi. Bisogna sempre ricordarsi che il reggae è diventato così grande perché Bob Marley ha avuto l’umiltà e l’intelligenza di collaborare con un’etichetta inglese e americana per renderlo appetibile alle masse. Personalmente non credo che le etichette si possano dividere semplicemente in commerciali o no: per quel che mi riguarda era commerciale anche Mozart che scriveva i pezzi per proporli alla corte del Re. Io ho iniziato nel 2002 con il primo avvento di internet e con la musica che cambiava la sua struttura. Sicuramente i dischi non si vendono più come una volta. Oggi è il contrario, fai un disco che è il biglietto da visita e poi speri di poterti creare un seguito per esibirti il più possibile. Non ho mai collaborato con una major ma oggi troppo spesso le grandi case discografiche tendono a far tutto, addirittura in certi contratti prevedono percentuali dai live e dal merchandising. Io preferivo una libertà artistica: più lavori da indipendente più riesci a caratterizzare il tuo prodotto”.

.......................

Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: