Silversnake Michelle: epicamente pop

michelle

michelle

Nuovo disco per Micaela Battista, in arte Silversnake Michelle. Nuovo disco e nuova avventura dai toni ruvidi e aspri cercando di restituire solennità in questo lavoro che intitola “Her Snakeness”. Rock epico ma soprattutto quel senso pop internazionale che mescolato assieme restituisce forte la sensazione di tradurre tutto quel che sentiamo in un musical ambientato magari in una Londra dei primi anni dell’800. Si accavallano le sensazioni…ma sicuramente resta il gusto e la sensualità di buona musica che gira dietro i grandi riflettori di scena. L’intervista per gli amici di BoxMusica:

Silversnake Michelle e i serpenti. Che legame esiste tra i due?
In primis l’esigenza di cambiare pelle dopo un certo periodo di tempo.
E poi la voglia di esprimersi liberamente istintivamente e talvolta “velenosamente”.
L’agire in modo istintivo rende liberi e veri, ma a volte poco “sociali” e benvoluti. (Ma di questo un serpente se ne cura poco, ancor meno Silversnake Michelle)

Sensualità d’immagine e musica suonata. Quanto l’una e quanto l’altra?
Entrambe. La mia immagine e la musica che creo sono la stessa cosa. Due punti di vista diversi per esprimere vita. Un modo è più spirituale, l’altro più carnale.

Musicalmente c’è di tutto: rock, pop, metal…ci ho sentito anche tracce di grunge. Chi sei Silversnake Michelle?
Già….questo me lo sto chiedendo anche io da tempo. Sto sperimentando per capire chi sono e forse la risposta è che sono tutte queste cose insieme. D’altronde Pirandello insegna che siamo “uno nessuno centomila”

In fondo il tempo è il nemico di tutti. Sembra quasi che non voglia esserlo di questo disco. Sbaglio? Come a dire che la tua scrittura non ha alcuna intenzione di rispettare le mode e i tempi…sbaglio?
Esatto. La mia vuole essere una composizione personale e indipendente dalle regole di struttura.
Racconta la vita…la vita non ha una struttura definita. Cambia continuamente.
Composizione basata sull’istinto e non mi interessa creare la solita “sanremata” banale che vende milioni di copie.
Quelli sono dischi vuoti fatti da “artisti di plastica” che si riciclano continuamente. Non comunicano nulla
Io non voglio essere classificata; perchè io sono io e … (risparmio la citazione del Marchese del grillo 🙂

E ci sono anche tante immagini legate alle tue canzoni. Vero?
Si. Ho creato un’immagine per ogni canzone. In base all’emozione del momento. Le ho messe tutte insieme ed è venuto fuori una specie di volto deforme e surreale . Ero io…..

E quindi in chiusura: perchè l’immagine è così importante per la tua musica?
L’immagine è fondamentale nella musica. La musica parla, ma al contempo crea visioni, immagini, colori, odori.
I suoni penetrano nelle viscere e si espandono a livello multisensoriale e sinestetico.
La vivo con tutti e 5 i sensi in modo pieno e passionale. Come una relazione d’amore. La più bella che ho mai avuto.

.......................

Commenti

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: