Spotify torna indietro nel tempo con i brani più ascoltati degli ultimi sei decenni

spotify

spotify

Spotify torna indietro nel tempo e compie un viaggio nella memoria svelando le canzoni degli ultimi 50 anni più ascoltate, dal 1950 fino ad arrivare agli anni 2000. Tra le oltre 5,5 milioni di playlist dedicate agli scorsi decenni create su Spotify, il 63% delle quali realizzate da utenti uomini, sono quelle degli anni ’80 a spadroneggiare tra i fans. Don’t Stop Believin’, successo dei Journey datato 1981, è il classico brano senza tempo più ascoltato tra tutte le playlist su questo tema.
Se torniamo indietro per più di 50 anni, la canzone più ascoltata tra le playlist dedicate agli anni ’50 è Lollipop delle Chordettes, brano popolare del 1958. Le playlist degli anni ’60 sono dominate dalla canzone funky del 1969 degli Isley Brothers It’s Your Thing mentre il singolo datato 1975 Evil Woman degli Electric Light Orchestra è al primo posto tra le playlist anni ’70.
In Italia, negli anni ’50 si piazza al primo posto Summertime Blues di Eddie Cochran, esponente del primo rockabilly (1958); I Heard It Through The Grapevine di Marvin Gaye (1968) è il brano più scelto delle playlist anni 60′, mentre gli Eagles con Take It Easy trionfano negli anni ’70.
La musica degli anni ’80 è la preferita dagli utenti, con oltre 1,7 milioni di playlist create per celebrare la melodia di quel periodo. Mentre Don’t Stop Believin dei Journey si piazza al primo posto, il singolo di Whitney Houston I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me) del 1987 e il brano Billie Jean di Michael Jackson del 1982 occupano rispettivamente il secondo e terzo posto. Anche gli utenti italiani amano particolarmente questo decennio e si allineano ai gusti internazionali ma con il podio invertito: al primo posto troviamo Billie Jean di Michael Jackson, seguito da I Wanna Dance With Somebody di Whitney Houston e dalla classica Don’t Stop Believin dei Journey.

Le Spice Girls, gruppo pop internazionale, si impossessano degli anni ’90: il loro singolo Wannabe del 1996 è ai primi posti della classifica delle canzoni più ascoltate del decennio davanti a Under The Bridge dei Red Hot Chilli Peppers (1991) e Waterfalls delle TLC (1994). Il successo della girl band britannica domina anche la classifica italiana. Seguono due brani pubblicati nel 1998: Pretty Fly (For a White Guy) del gruppo punk The Offspring e il singolo d’esordio della dance band italiana Eiffel 65, Blue (Da Ba Dee).

La musica R&B domina le classifica degli anni 2000; il singolo di Usher del 2002 Yeah! è il più ascoltato di quegli anni, seguito da vicino da Crazy In Love di Beyoncé (2003) e da It Wasn’t Me dell’artista reggae Shaggy (2000). In Italia, invece, sono stati soprattutto gli anni della musica dance italiana dominati dagli Eiffel 65 che piazzano ben quattro brani tra le prime venti canzoni e da Gigi D’Agostino con tre brani. Al primo posto un altro duo locale: Prezioso feat. Marvin con Tell Me Why a cui cedono lo scettro gli Eiffel 65 con Blue (Da Ba Dee) che prosegue il successo anche agli inizi del 2000. Hey Ya! degli OutKast, pubblicato nel 2003, spezza il dominio della dance con le sue sonorità hip-hop.

Spotify ha analizzato le abitudini d’ascolto per età e genere per determinare il decennio più popolare in termini di preferenze musicali tra i diversi tipi di utenti. Le hit degli anni ’90 sono le più popolari tra le donne, mentre la musica degli anni ’80 è la preferita dagli uomini. Per quanto riguardo il parametro dell’età, la musica degli anni ’80 è più rilevante tra gli ascoltatori di 19 anni oppure tra le classi di età 30 e 39, 40 e 49 e tra i 50 e 59. Al contrario, gli utenti tra i 20 e i 29 anni amano maggiormente la musica degli anni ’90, mentre le sonorità degli anni ’60 sono le più apprezzate dagli utenti over 60.

In Italia sono gli uomini ad ascoltare di più la musica dei decenni passati, soprattutto quella degli anni ’80 che, per classe d’età, è la più riprodotta dagli utenti tra i 20 e i 39 anni. Le hit degli anni ’90 e 2000 sono le preferite tra i 20 e i 29 anni.

“Con la nostra ricerca siamo riusciti a determinare quali sono i brani che hanno definito un’epoca e a evidenziare le canzoni senza tempo che gli ascoltatori continuano e continueranno ad ascoltare in futuro”, ha dichiarato Angela Watts, VP, Global Communications di Spotify.

Spotify ha creato playlist con le 20 canzoni più ascoltate, al 1950 fino agli anni 2000. Le playlist possono essere incorporate online utilizzando lo Spotify Play Button. Nel comunicato in allegato tutte le classifiche e i codici di incorporamento.

.......................

Commenti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: