Vittorio Sgarbi contro Il Volo: “Andate da Trump e non rompete il c*zzo…”

Il volo

Il volo

Vittorio Sbarbi contro i tenorini de Il Volo e la loro scelta di non cantare per il presidente americano: “Trump non si capisce perché non mette su un disco. Metti un Cd e mandali a fare in cul0. Che te ne frega di avere Bocelli dal vivo? Che ti frega che Bocelli sia lì? Sì, certo, è un icona, lo vedi…lui non ti vede ma tu lo vedi… Ma che ti frega di avere i tre? Prendi i tre nanerottoli… metti un cd, che non ti costa un cazz0”, ha dichiarato in un video su Facebook.
E ancora: “Io non so se sanno esattamente cosa sia, io li ho conosciuti e sono ragazzi che non hanno mai studiato il latino, non conoscono, ma loro hanno risposto “Non appoggiamo il populismo xenofobo”. (…) Qualcuno le conosce le loro idee? Loro devono cantare o essere d’accordo con le idee di Trump? Vorrei ricordarvi che voi siete stati lanciati dal mio amico Tony Renis. Un italiano, culo e camicia con Berlusconi, xenofobo e populista, bravissimo e simpatico. L’avete anche incul@to, perché dopo che lui vi ha sostenuto, ha parlato a me di voi per primo, voi l’avete tradito per stare con Torpedine. Michele Torpedine, il vostro agente, che è anche l’agente di Bocelli”.

Diritti immagini

Commenti

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: